Tra le novità della Legge di Stabilità 2017 in tema di nuovo Regime dei Minimi, ovvero il Regime Forfettario con aliquota al 15%, la possibilità di beneficiare del regime fiscale agevolato anche da parte di dipendenti e pensionati che svolgano un’attività in proprio, a patto però che il loro reddito da dipendenti/pensionati non superi la soglia dei 30 mila euro.

Startup

Oltre all’aliquota sostitutiva sul reddito, delle addizionali regionali e comunali e IRAP al 15% viene poi prevista per le nuove startup un’aliquota agevolata al 5% applicabile per 5 anni (anziché 3 anni), purché:

  • il contribuente non abbia esercitato nei 5 anni precedenti all’inizio dell’attività attività di impresa, arte o professione;
  • l’attività non sia la mera prosecuzione di un’attività precedentemente svolta, a meno che non rientri nella pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio di arti o professioni;
  • nel caso in cui l’attività venga proseguita da un altro soggetto svolta in precedenza, l’ammontare dei ricavi e compensi realizzati nell’anno precedente non sia oltre i limiti fissati per l’accesso al regime forfetario.

Vecchio Regime dei Minimi

I contribuenti che erano già in Regime dei Minimi, ovvero che hanno esercitato tale opzione prima del 2016, possono prolungare il vecchio regime di vantaggio con aliquota al 5% fino alla sua naturale scadenza (cinque anni, oppure il compimento dei 35 anni di età), a patto di rispettare i limiti per i ricavi di 30 mila euro annui (commi da 96 a 117 della legge 244/2007).