Forse non ci avete pensato, ma con l’abolizione del segreto bancario è necessario cambiare i nostri comportamenti per non rischiare pericolosi contenziosi con l’Agenzia delle Entrate. Per esempio, le vendite tra privati di beni come moto o auto avvengono quasi sempre senza formalità. In futuro sarà necessario cambiare se non si vuole correre rischi. Il modo più semplice per evitare problemi è quello di non far transitare la somma di denaro incassata dal conto corrente

Un’alternativa potrebbe essere rappresentata da una copia dell’assegno ricevuto per il pagamento unito ad una fotocopia del certificato di proprietà. Si può anche predisporre un documento che identifichi chi vende e chi compra, i beni oggetto di cessione ed il loro prezzo – oltre alla solita copia dell’assegno o del bonifico ricevuto come pagamento. Questa modalità pu anche valere per la vendita di altri beni, come libri antichi o mobili. E’ importante in tutti questi casi avere sul documento una data certa – e per questo ci si può far apporre un timbro dall’ufficio postale più vicino…

Più facile da dimostrare la vendita di beni personali su Internet – basta conservare una stampa della pagina internet dove abbiamo messo in vendita l’oggetto. Attenzione anche all’amico che paga una vacanza di gruppo dopo aver raccolto i soldi dagli altri. Spesso capita che questi ricevai soldi in contanti e poi paghi l’agenzia con mezzi tracciabili (come bonifico o assegno). In questi casi è bene conservare i documenti di viaggio o altro scritto che attesti che il pagamento è stato effettuato da un soggetto, ma per conto di un gruppo di persone – che possibilmente devono essere precisate.


photo credit: 401(K) 2013 via photopin cc