A gennaio i consumi sono calati del 2,4% rispetto a un anno prima e dello 0,9% su dicembre 2012. È quanto evidenzia l’indicatore dei consumi Confcommercio di gennaio, che riflette una diminuzione del 3,7% della domanda relativa ai servizi e del 2% della spesa per i beni.
L’indicatore, inoltre, mette in risalto come in termini di media mobile a tre mesi i consumi siano tornati ai livelli di fine 2004.

Il trend. Per quanto riguarda le singole funzioni di consumo, il primo mese dell’anno ha confermato il persistere di forti elementi di criticità in quasi tutti gli aggregati. Il dato peggiore è ancora una volta quello relativo ai beni e servizi per la mobilità, la cui domanda ha fatto registrare una flessione a due cifre anche a gennaio 2013 (-10,1%). Riduzioni molto significative dei consumi hanno riguardato anche gli alimentari, le bevande ed i tabacchi (-3,9%), l’abbigliamento e le calzature (-3,9%): segmenti, questi, che dal 2010 stanno ormai scontando un notevole ridimensionamento della domanda, in linea con quella globale.
Come già rilevato nel 2012, ancora, solo il complesso dei beni e servizi per le comunicazioni ha mostrato una variazione positiva degli acquisti fatti dalle famiglie, +5,7% rispetto allo stesso mese del 2012.

Le previsioni. Per Confcommercio il trend registrato è decisamente anomalo: negli ultimi 36 mesi, infatti, soltanto tre volte si sono rilevate variazioni uguali o peggiori di quelle osservate lo scorso gennaio, “a segnalare come il permanere della crisi, che ha già modificato le abitudini di acquisto delle famiglie anche in termini di rapporto qualità/prezzo, stia comportando una riduzione generalizzata della domanda”.
Ne consegue che i consumi degli italiani potrebbero continuare a calare nei prossimi mesi: “le prime informazioni congiunturali relative all’inizio del 2013 mostrano con una certa chiarezza – dicono da Confcommercio – che non si può escludere un ulteriore peggioramento, confermando l’impressione che anche il 2013 sarà un anno particolarmente difficile per l’economia italiana”.

photo credit: D.o.M.e.N.i.C.o (memmo77 su Ruzzle :D ) via photopin cc