Prima o poi tutti coloro che possiedono un veicolo, sia esso un motociclo, una moto di grossa cilindrata, oppure una macchina, dovranno fare i conti con le assicurazioni. Questo settore, però, non è al riparo dalle truffe: lo annuncia l’Isvap e lo spiega bene un articolo di Altroconsumo. 

L’associazione di consumatori Altroconsumo è sempre molto sensibile al tema delle truffe e per questo periodicamente offre una panoramica sui prodotti più affidabili del settore con comparazioni molto utili tra pressi e servizi offerti dalle diverse compagnie.

In più Altroconsumo mette in guardia lettori e consumatori dei problemi che possono esserci con l’RC auto. Per esempio, talvolta ci si può trovare davanti ad uno sconto irresistibile che però nasconde una compagnia assicurativa non abilitata per l’RC Auto. 

Proviamo a spiegare il problema. L’Isvap, che vigilia per l’appunto sulle assicurazioni, ha segnalato la presenza anche in Italia di compagnie assicurative che non sono state abilitate per l’RC auto oppure di compagnie create per architettare truffe.

Nel secondo caso si chiede di fare molta attenzione e far riferimento agli elenchi ufficiali delle compagnie assicurative riconosciute. Nel caso in cui non sia assicurati e si contragga un’assicurazione con una compagnia non riconosciuta, si adempie sì al proprio dovere ma non si è coperti in caso d’incidente e si rischiano sanzioni e sequestro del veicolo.