Un emendamento alla Legge di Stabilità 2016 ha previsto la possibilità per le telecamere già presenti sulle strade – autovelox, tutor, ma anche quelle delle Ztl – di controllare se le auto sono in regola con l’RC Auto.

Le telecamere posizionate sulle strade italiane sono infatti in grado di riconoscere il numero di targa dei veicoli e di comminare sanzioni, finora espressamente legate alla violazione dei limiti di velocità o di accesso nelle zone a traffico limitato. D’ora in poi però autovelox, tutor e le altre telecamere stradali saranno autorizzate a controllare anche la copertura assicurativa RC Auto e la regolarità della revisione, obbligatorie per legge in Italia.

La misura è volta a completare il processo di automazione e digitalizzazione delle procedure, che segue la dematerializzazione del contrassegno RCA che non deve più essere esposto sul cruscotto dell’auto, allineando l’Italia a quanto già avviene in altri Paesi europei.

Grazie al controllo con mezzi automatici del rispetto degli adempimenti di legge, per le forze dell’ordine sarà più facile individuare gli evasori, che secondo le stime dell’ANIA (Associazione Nazionale per le Imprese delle Assicurazioni) sono ben 3,5 milioni di automobilisti che circolano con veicoli non assicurati.