L’acronimo RCA, o RC Auto,  sta per Responsabilità Civile Autoveicoli, si tratta di una polizza assicurativa, un contratto stipulato con la compagnia di assicurazione che copre i danni involontariamente causati agli altri durante l’uso della propria auto, tutelando economicamente l’assicurato da incidenti riconducibili alla propria responsabilità che arrechino danni materiali e/o lesioni a terzi.

In Italia è obbligatorio per legge che ad ogni veicolo immatricolato circolante sia associata una polizza RC Auto.

Solitamente la polizza RC Auto prevede un massimale di copertura dei danni, prestabilito al momento della stipula del contratto. Tale massimale deve rispettare i minimi stabiliti per legge. Le tariffe RC Auto variano a seconda delle varie compagnie assicurative e servizi offerti. La durata del contratto è usualmente di un anno. Dal 2013 è stato abolito il tacito rinnovo, quindi non è più necessario disdire al precedente polizza per cambiare compagnia.

Cosa copre l’RC Auto

Dietro pagamento di tale premio, l’assicurazione si impegna a risarcire, entro il limite massimo stabilito dal contratto, i danni legati alla circolazione del veicolo arrecati dall’assicurato a terzi, purché il sinistro provocato sia accidentale e involontario e che il conducente abbia rispettato le disposizioni di legge, ovvero il Codice della Stratda. I danni arrecati che eccedono il massimale devono essere pagati dall’assicurato.

L’assicurazione RC Auto copre anche i danni fisici subiti dai passeggeri presenti nel veicolo dell’assicurato che ha causato l’incidente, ma non quelli del conducente stesso.

L’assicurazione auto copre un veicolo anche quando è in sosta o senza guidatore o nel caso in cui a guidare il veicolo sia una persona diversa dall’assicurato.

Per i casi esclusi dal risarcimento RC Auto, l’assicuratore è comunque obbligato per legge a risarcire il danno ai terzi non potendo opporre alcuna eccezione, ma ha il diritto di chiedere al conducente o al proprietario del veicolo il rimborso delle somme pagate ai terzi a titolo di risarcimento danni (la cosiddetta rivalsa dell’assicuratore).

Integrazioni

In aggiunta alla polizza RC Auto, che è l’unica obbligatoria nel nostro Paese, possono essere stipulate altre polizze facoltative che tutelano, ad esempio, il veicolo da furti, incendi o gli eventi atmosferici.

Per coprire anche il conducente da possibili danni fisici derivanti da incidenti da lui stesso provocati, va sottoscritta una copertura aggiuntiva chiamata “Infortuni del conducente”.