Ve ne sarete accorti. negli ultimi anni i prezzi delle assicurazioni Rc per auto e moto sono scesi – di poco, ma è meglio di niente. Il livello più alto era stato raggiunto nel 2010 e da allora c’è stata una graduale discesa.

Cosa è successo? Le ragioni sono principalmente due. La crisi ha portato le famiglie a ridurre l’uso dell’auto e questo ha generato una riduzione dei sinistri, ovvero della principale voce di spesa per le assicurazioni. La riduzione dei costi ha aumentato il margine per le imprese assicurative che hanno così potuto applicare tariffe più basse.

L’altro motivo è stato – ovviamente – l’aumento della concorrenza nel settore, favorito dalla cancellazione dell’insensato obbligo di dare la disdetta della vecchia assicurazione entro un certo termine. Secondo  Emanuele Anzaghi, vicepresidente di Segugio.it, “negli ultimi tre anni i prezzi sono scesi parecchio. Potremmo avere toccato il fondo e dunque in vista ci sarebbe un rialzo”.

Può quindi essere opportuno fare un check up della propria assicurazione auto valutando le offerte dei diversi comparatori. Una strada da percorrere, dopo aver visto le offerte presenti sul mercato, potrebbe essere quella di negoziare uno sconto con il proprio agente. O almeno si potrebbe ottenere delle protezioni in più a costo zero – come un massimale Rc più elevato che garantisce una maggiore tutela in caso di incidente grave.

Da valutare la sottoscrizione di prodotti via istituto di credito perché spesso viene condizionata all’acquisto di prodotti finanziari.

photo credit: marcp_dmoz via photopin cc