Se si vuole combattere l’evasione fiscale e s’intende riscuotere almeno una parte delle imposte evase è necessario anche mettere i debitori nelle condizioni di adempiere al loro dovere. Come? Attraverso una promozione della rateizzazione dei tributi

La delega fiscale recentemente introdotta ha come obiettivo quello di allargare la base dei contribuenti e punta a farlo ampliando il ricorso al pagamento rateizzato dei tributi. Il testo è stato approvato già dalla Commissione Finanze della Camera.

Il governo, adesso, è chiamato ad attuare il provvedimento al fine di ampliare il ricorso alla rateizzazione dei debiti tributari. Il primo intento è sicuramente quello di dare una umano alle imprese e ai contribuenti che si trovano in difficoltà.

Ma non basta, perché garantire l’accesso alla rateizzazione vuol dire anche assicurarsi una base più ampia di contribuenti e quindi, in qualche modo, dare un colpo più deciso all’evasione fiscale. I furbetti, infatti, sarebbero messi alle strette e lo Stato potrebbe recuperare una serie di incassi che altrimenti non vedrebbe mai nelle proprie casse.

Il testo e i buoni propositi della Commissione finanze, però, dovranno essere discussi in aula già a partire da questa settimana. Il Parlamento, sempre in ambito tributario, è chiamato a dirimere la questione delle agenzie fiscali.