Sono tre le aziende che si sono guadagnate il Randstad Award 2016, consegnato a Milano presso Palazzo Mezzanotte. Ferrero, Apple e Maserati sono risultate essere le tre aziende per cui gli italiani sognano di lavorare e che proprio per questo motivo hanno meritato di vincere la sesta edizione del Randstad Award 2016.

Lo studio che ha portato a selezionare le tre aziende vincitrici è stato condotto su oltre duecentomila persone provenienti da venticinque Paesi del mondo. Per quanto riguarda l’Italia, la migliore azienda per cui lavorare risulta essere la Ferrero, scelta dal 76,5 per cento dei volontari che hanno partecipato allo studio. L’azienda, che è nata ad Alba (in Piemonte), è risultata essere al primo posto per sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buon equilibrio tra vita professionale e privata, responsabilità sociale d’impresa.

Al secondo posto dei Randstad Awards 2016 si è invece piazzata la Apple, che è stata indicata come l’azienda preferita dal 75,4 per cento dei lavoratori italiani. L’azienda di Cupertino ha dalla sua attrattive quali buone condizioni economiche della società, formazione di qualità, opportunità di carriera, forte gruppo manageriale, contenuto di lavoro interessate, stipendio competitivo e benefit.

Per quanto riguarda infine la terza azienda che si è aggiudicata il Randstad Awards 2016, troviamo la Maserati, che ha guadagnato il 72, 3 per cento delle preferenze. Nonostante non si sia piazzata in nessuno dei primi posti, la Maserati ha ottenuti buoni risultati generali in tutti gli elementi che riguardano l’employer branding.

Per quanto riguarda in generale quello che gli italiani cercano da un datore di lavoro, questi sono stati i risultati dello studio: retribuzione e benefit, indicato dal 55 per cento degli intervistati, seguito dalla sicurezza del posto di lavoro (53 per cento) e dall’atmosfera di lavoro piacevole (49 per cento). Seguono poi un buon equilibrio tra vita professionale e privata (43 per cento), buoni condizioni economiche dell’azienda (41 per cento), crescita di opportunità di carriera (38 per cento), contenuto di lavoro interessante (35 per cento), un luogo di lavoro comodo da raggiungere (30 per cento), formazione di qualità (29 per cento) e lavoro flessibile (28 per cento).