(Finanza.com) Il rame ai minimi da 4 mesi e mezzo. La scarsa fiducia dei mercati nella capacità dei leader europei di risolvere i problemi che attanagliano Eurolandia, ed il conseguente “flight to quality”, stanno spingendo le quotazioni del rame a Londra sotto quota 7.600 dollari la tonnellata a 7.592 dollari. Si tratta del livello minimo da inizio febbraio. Sulle quotazioni del metallo rosso pesano anche le stime diffuse dalla Banca Mondiale che ha annunciato di aver ridotto la stima sulla crescita cinese nel 2012 dall’8,4% all’8,2%. La domanda in arrivo dall’ex Celeste Impero copre il 40% circa del totale a livello globale.