(Finanza.com) Segno più per le quotazioni del rame. L’indebolimento del dollaro (-0,7% per il dollar index a 81,36 punti) spinge al rialzo i prezzi del metallo rosso che in questo momento guadagnano poco meno di 100 dollari portandosi a 7.604 dollari la tonnellata. Secondo le stime recentemente rilasciate da Bank of America il prezzo medio di questo metallo si attesterà a 8.275 dollari nel 2012 ed a 7.625 l’anno prossimo. Tra i fattori che potrebbero spingere al ribasso le quotazioni BofA cita il deterioramento del quadro macro in Europa e Stati Uniti, il possibile contagio ai mercati emergenti e la riduzione delle scorte cinesi. I prezzi potrebbero invece beneficiare delle strozzature dal lato dell’offerta, della ricostruzione delle scorte cinesi e del quantitative easing in Europa e Stati Uniti.