(Finanza.com) Goldman Sachs prevede una crescita della domanda cinese di rame di circa il 3% nel 2012. È quanto si legge in un report dell’istituto statunitense. “L’incremento –si legge nel documento- della proprietà immobiliare, la crescita della domanda di elettrodomestici e l’impatto derivante dai sussidi, spingeranno la crescita delle richieste nel quarto trimestre e nel 2013”. L’anno prossimo le richieste del metallo rosso sono attese in crescita dell’8%. Per il rame la stima per i prezzi a tre e dodici mesi è stata fissata a 9 mila dollari, oltre il 18% in più rispetto ai livelli attuali.
Indicazioni rialziste anche per l’alluminio, che dagli attuali 2 mila dollari la tonnellata, è visto a 2.400 dollari (+20%). “Ci attendiamo che i prezzi dell’alluminio incentivino la crescita dell’offerta in vista dell’aumento delle richieste e dei costi nei prossimi 3-12 mesi”.