A fare le spese dell’altalena dei titoli in borsa ci sono i cosiddetti Paperoni, i più ricchi del pianete che tra le loro ricchezze possono contare anche un buon numero di azioni, obbligazioni e titoli di borsa. Ecco chi ha perso di più.L’altalena dei titoli azionari fa tremare il portafoglio pesante dei più ricchi del pianeta, soprattutto dopo il tracollo di Wall Street, ieri sera. A fare i conti dei miliardi di dollari bruciati c’è l’agenzia Bloomberg che ha cercato di capire quanto si riesce a perdere in un giorno.

In tutto, alla vigilia dell’8 marzo sono andati in fumo 11,3 miliardi di dollaro di patrimonio. Un Paperone a caso: Warren Buffet, che è il capo della Berkshire Hathaway ha perso circa 407,3 milioni di dollari. Il suo portafoglio di ricchezze è così arrivato a 43,9 miliardi di dollari.

Una cosa simile è accaduta anche a Bernard Arnault e Amacio Ortega che insieme hanno visto sparire circa 1,2 miliardi di dollari. Il capo di Lvmh e Inditez (Zara) non sono stati più sfortunati di Lakshmi Mittal, l’indiano re dell’ArcelorMittal.

Ha perso circa 918 milioni di dollari arrivando a possederne soltanto 22,3 miliardi. Una perdita che lo fa uscire dalla classifica dei primi venti più ricchi lasciando il posto ad un nostro connazionale: Michele Ferrero. Il padre della Nutella, infatti, ha una fortuna di 22.5 miliardi di dollari.