Il quantitative easing della Banca centrale europea viene portato avanti dal Public Sector Purchase Programme (Pspp), Il nome tecnico del piano con cui Francoforte ha iniziato a acquistare titoli di Stato, obbligazioni corporate, Abs e covered bond da 60 miliardi di euro al mese - a partire dal mese di marzo. Gli acquisti dovrebbero continuare almeno fino a settembre 2016, per un totale di 1.140 miliardi di euro titoli acquistati, ma potrebbero continuare anche dopo tale data – almeno fino a quanto l’inflazione nella zona Euro non ritornerà vicina all’obiettivo del 2%.

Agli acquisti vengono posti diversi limiti: non verranno acquistati titoli con un rendimento al di sotto del tasso Bce sui depositi – al momento pari al -0,2% -, una scadenza compresa tra i due ed i 30 anni, ed un tetto massimo del 33% per ogni emittente di titoli e del 25% per ogni singola emissione. Per non violare il divieto di finanziamento monetario, gli acquisti non avverranno sul mercato primario, ossia partecipando ad aste di collocamento, ma solo sul mercato secondario. E potranno essere acquistati solo titoli con un rating investment grade.

Il 12% degli acquisti riguarderanno titoli di istituzioni sovranazionali riconosciute come la Bei o l’Efsf – il Fondo europeo di stabilità finanziaria eroga aiuti ai paesi europei in difficoltà finanziaria -, mentre l’88% riguarderà Abs, obbligazioni garantite, titoli di Stato ed emissioni di agenzie. Gli acquisti di titoli di Stato dipenderanno dalle quote della Banca centrale europea sottoscritte dai vari stati, per cui i titoli di stato tedeschi dovrebbero fare la parte del leone – si prevedono acquisti di Bund per 217 miliardi (il 14% del debito pubblico del paese) -, seguiti da quelli di titoli francesi – 171 miliardi (10% del debito pubblico -, e italiani149 miliardi (8% del debito pubblico).

Solo il 20% del rischio degli acquisti sarà condiviso, il restante 80% sarà a carico delle singole banche nazionali – un compromesso che è stato necessario per ottenere il via libera dell’operazione dalla Germania e dai paesi del Nord.