Il Bonus Gas 2017, insieme al Bonus Energia Elettrica 2017, sono due agevolazioni dedicate dal Governo alle famiglie a basso reddito e numerose, con l’obiettivo di ridurre i costi direttamente sulle bollette del gas o della luce.

Ci sono tuttavia dei requisiti da conoscere e rispettare per poterne usufruire, come ad esempio la pertinenza della bolletta alla sola abitazione di residenza e l’uso di gas metano distribuito a rete, che esclude quindi il gas in bombola o il GPL.

Inoltre sono ovviamente presenti delle soglie ISEE, cui si deve appartenere per accedere al bonus. In particolare occorre avere un ISEE 2017 non superiore a 8.107,5 euro oppure, per le famiglie numerose con più di 3 figli a carico, il limite di reddito non deve superare i 20.000 euro.

La richiesta deve essere presentata presso il Comune di residenza o presso il Caf, dotandola di attestazione ISEE apposita modulistica da compilare per la domanda.

Una volta ottenuto il bonus questo ha una durata di 12 mesi, ma prima della scadenza annuale il cittadino deve ricordarsi di verificare i propri requisiti richiesta per l’iscrizione all’anno successivo, ovvero per il rinnovo del bonus.

Deve quindi verificare ogni eventuale variazione dell’ISEE, al fine di comprenderne la compatibilità con i requisiti del Bonus Gas.

Infine è importante ricordare che il mancato riconoscimento del diritto all’erogazione del Bonus Gas può essere contestato dal cittadino mediante un’apposita procedura di reclamo formale presso Sportello per il consumatore.