Forte attesa per l’audizione al Congresso Usa da parte di Ben Bernanke dopo che ieri la sua vice alla Fed, Janet Yellen, si è mostrata propensa a un nuovo quantitative easing. Nel discorso tenuto ieri a Boston la Yellen ha rimarcato che un ulteriore allentamento quantitativo “potrebbe essere appropriato per evitare che l’economia entri in una spirale di debolezza che poi sarebbe difficile da arrestare”. Anche John Williams, n.1 della Fed di San Francisco, ha esortato la Banca centrale ad essere pronta a mettere in campo nuove misure per sostenere la ripresa del mercato del lavoro.
Parole che hanno sospinto Wall Street che ha archiviato la migliore seduta da inizio anno. Il Dow Jones (+2,37% ieri) ha riportato il saldo da inizio anno in positivo (+1,61%) chiudendo a 12.414,79 punti. S&P 500 e Nasdaq sono saliti rispettivamente del 2,3 e del 2,4% a 1.315,13 e 2.844,72 punti.

Oggi Bernanke parla al Congresso Usa

Ieri inoltre è stato diffuso il Beige Book della Fed, secondo cui anche negli ultimi due mesi la ripresa della prima economia è proseguita ad un ritmo “moderato”. Il governatore della Fed,  Ben Bernanke, terrà oggi (ore 16.00 in Italia) un’audizione al Congresso Usa e potrebbe evidenziare anche lui una maggiore apertura al varo di un QE3 dopo i deboli riscontri arrivati venerdì scorso dal mercato del lavoro (creati solo 69mila nuovi posti di lavoro a maggio, meno della metà della media delle previsioni degli analisti).
La prossima riunione del Fomc, il comitato di politica monetaria della Federal Reserve, è in agenda il prossimo 20 giugno.