Oggi è continuato il rimbalzo dei maggiori indici azionari statunitensi, che hanno registrato il secondo rialzo consecutivo. A favorire il rimbalzo di Wall Street sono state le buone indicazioni provenienti sia dal fronte economico, con le costruzioni di nuove case che hanno battuto le attese di consensus, sia da quello delle trimestrali, con Honeywell e Intel che hanno battuto le stime di consensus. Lo S&P500 è avanzato dello 0,7%, il Dow Jones Industrial dello 0,8% ed il Nasdaq dell’1,1 %.

Tecnologici in grande spolvero

I tecnologici hanno registrato la migliore performance tra i settori dello S&P500 grazie all’andamento migliore delle attese dei conti Intel, che ha, però, rivisto al ribasso le proprie stime sulle vendite nel corso dell’anno. Del buon rialzo di Intel, che chiuso a 3,3%, hanno approfittato anche IBM e Cisco, che hanno chiuso rispettivamente a +2,5% e +2,9%. Il buon andamento delle trimestrali è stato confermato da Honeywell (+6,7%), che ha beneficiato dell’incremento della produzione di aeroplani di Boeing e Airbus. Secondo i dati riportati da Bloomberg, il 73% delle società che hanno annunciato i conti sinora ha battuto le attese degli analisti, seppure registrando una contrazione del 4,6%.

Sul fronte economico, le costruzioni di nuove case sono salite in giugno del 6,9% a 760 mila, contro attese di consensus a 745 mila. Questo è stato un ulteriore segnale che il mercato immobiliare potrebbe migliorare nella seconda parte dell’anno. Il Beige Book della Fed pubblicato in serata ha confermato che l’attività economica è in rallentamento, pur continuando a crescere in maniera modesta o moderata a seconda dei distretti.