Intorno alle 20 di ieri sera, con 4 ore di ritardo sulla tabella di marcia, la Deputazione amministratrice di Monte dei Paschi di Siena ha indicato in Alessandro Profumo il nuovo Presidente.

Il nuovo presidente del Monte dei Paschi di Siena è Alessandro Profumo, ex numero uno di Unicredit, ma la sua designazione non è stata priva di polemiche. Il fatto è che per Profumo si è spaccato il Pd senese e ci sono state fratture anche nella Fondazione Mps.

Eppure tutto era già stato deciso. Gabriello Mancini che guida la Deputazione amministratrice dell’Ente, non ha votato per esempio per Profumo ed ha abbandonato la seduta iniziata in ritardo, prima della conclusione dei lavori.

Questa designazione però piace agli investitori che fanno salire le quotazioni del titolo Monte dei Paschi. A Piazza Affari la performance del titolo è assolutamente interessante.

Dalla riunione è anche venuta fuori la proposta da fare alla prossima Assemblea del Monte dei Paschi: un CdA formato da 12 membri e con due vicepresidenti per il triennio 2012-2015.

La lista dei sei candidati è formata da Profumo proposto come presidente, Fabrizio Viola che attualmente riveste l’incarico di amministratore delegato, Paola Demartini, Tania Groppi, Angelo Dringoli e Mario Turchi. Effetti immediati anche sul Pd senese che aveva sostenuto candidature diverse.