Primodomani, il piano d’accumulo di Assicurazioni Generali per mettere da parte un piccolo gruzzoletto ai bambini. Oltre a conservare i risparmi, Generali assicura i ragazzi dagli incidenti tipici dell’età che hanno e consente ai genitori di detrarre alcune spese dalle tasse.

Le assicurazioni, sulla vita, sulla salute, sull’infortunio, nascono per tutelare i consumatori da una serie di “guai” o meglio di imprevisti.

L’assicurazione classica prevede il versamento rateale di uno quota che nei casi indicati dalla polizza, viene riscossa dall’assicurato per intero e per giunta maggiorata.

Da qualche tempo però, i prodotti assicurativi che vanno per la maggiore sono quelli che consentono di archiviare gradualmente delle piccole somme per poi riscuoterle a tempo debito con qualche euro d’interesse maturato. In pratica più che assicurazioni sono fondi di risparmio.

Uno di questi è il prodotto studiato da Assicurazioni Generali S.p.A.: Primodomani. L’annuncio promozionale sul sito ufficiale della compagnia recita: Risparmio, Protezione e Sicurezza.

Il target dell’assicurazione è sicuramente la famiglia media con bambini piccoli che vuole mettere da parte con costanza un gruzzoletto per la prole.

Il bello è che non solo i genitori possono contribuire al premio, ma anche nonni e parenti che hanno a cuore il futuro delle nuove generazioni.

Vediamo le caratteristiche: dal compimento del 19esimo anno d’età il genitore può fare in modo che suo figlio diventi titolare della polizza e gestisca i risparmi fino ai 26 anni.

L’assicurazione “premia” i ragazzi anche qualora uno dei genitori venga a mancare, in più fornisce una copertura per Infortuni e Assistenza ai bambini, adatta ad ogni età: ad esempio tutela i più piccoli dalle cadute in bici e i più grandi dai sinistri in motorino.

Da non sottovalutare anche la possibilità di “scaricare” la polizza dalle tasse fino a un massimo di 245,32 euro l’anno.