Venerdì al Consiglio dei Ministri (CdM), Corrado Passera presenterà il primo pacchetto di liberalizzazioni dove la novità più grande riguarda l’aumento del costo delle sigarette a favore dei lavoratori precoci. I lavoratori precoci o esodati sono i grandi protagonisti della Riforma delle pensioni e va effettuata per loro una copertura finanziaria. La prima ipotesi era di aumentare l’aliquota dei contributi degli autonomi per recuperare il denaro utile a questa “manovra”.

Adesso invece si propone di incrementare le tasse sulle sigarette per ottenere i soldi necessari. Ma i provvedimenti contenuti nel primo pacchetto di liberalizzazioni intervengono sul decreto Milleproroghe e toccano anche altri argomenti.

Un tema molto sentito è quello sulle affissioni abusive dei manifesti politici per i quali era stata prevista una sanatoria. Adesso un emendamento al Milleproroghe ha soppresso la sanatoria. Nelle semplificazioni di Passera sono poi scomparse 333 leggi su diversi argomenti.

Resta inalterato il credito d’imposta per le aziende del Sud che assumono lavoratori giovani a tempo indeterminato. All’inizio doveva essere una norma valida soltanto nel 2012, adesso sembra essere stata prolungata ai 24 mesi quindi fino al 2013.

Nella bozza delle semplificazioni c’è anche un punto che reintroduce la social card e uno in cui si gestiscono i divieti di circolazione dei tir durante la settimana.