In Italia, dove i nostri connazionali rinunciano difficilmente al mezzo di trasporto privato, si guarda con preoccupazione ai continui aumenti del prezzo del carburante. Ma i rincari del settore non preoccupano soltanto il nostro paese. Ecco cosa ne pensa la Francia. 

In Italia, diesel e benzina hanno raggiunte punte record di 1,9 euro al litro e questa situazione non dipende soltanto dalle accise introdotte dal governo ma anche dal prezzo del barile di petrolio. Ad ogni modo, l’incremento del costo dei carburanti non è un problema solo italiano.

Ieri per esempio ne ha parlato in modo molto accurato e mesto un servizio della televisione nazionale francese. Ecco cosa si vocifera Oltralpe.

In queste settimane gli automobilisti francesi stanno assistendo a rincari record del prezzo della benzina senza piombo dove i record definiti dal ministro dello sviluppo, sono stati abbondantemente superati.

Il prezzo medio della super senza piombo 95 e della super senza piombo 98 è cresciuto molto l’ultima settimana. La SP 95 costava 1,6211 euro al litro di media, tanto quanto la SP 98 che rappresenta il 5 per cento del consumo francese. Adesso invece, questi carburanti si aggirano intorno ai 1,6610 euro al litro.

Tariffe considerate assolutamente inedite in Francia. Ma non c’è tregua nemmeno per il prezzo del gasolio che rappresenta l’80 per cento del consumo di carburanti in Francia. Il gasolio è passato ai 1,4378 euro al litro ma è ancora lontano dal record stagionale.