Tornano a crescere i prezzi benzina e diesel in Italia, sull’onda delle nuove accelerazioni impartite sul mercato dei prodotti petroliferi. Quest’oggi, infatti, Eni ha deciso di muovere in salita i prezzi raccomandati di benzina e diesel, rispettivamente di 1 e 2 centesimi di euro al litro. Un nuovo balzo in avanti del costo del carburante in perfetta sincronia con quanto avvenuto negli ultimi dieci giorni, caratterizzati da un costante aumento dei prezzi decisi dalle compagnie petrolifere.

In base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della verde è pari a 1,471 euro al litro, con una forbice che varia, a seconda del marchio, dai 1,444 (no logo) ai 1,491 euro al litro. Per quanto riguarda il diesel, invece, il prezzo medio è pari a 1,291 euro al litro, passando ai 1,265 dei no logo a punte di 1,315.

Per quanto riguarda il pieno servito, il prezzo medio della benzina è pari a 1,573 euro al litro, passando dai 1,471 no logo fino a un massimo di 1,642. Il diesel invece va dai 1,292 ai 1,468, per un prezzo medio nazionale di 1,396 euro al litro. Infine, il gpl oscilla tra gli 0,521 e i 0,553 euro al litro.