Perché fare il pieno in Italia costa così tanto? Che si tratti di diesel, benzina, gpl o metano il quadro cambia poco. I prezzi pagati dagli automobilisti italiani sono i più alti d’Europa – e la conferma arriva dai  dati diffusi da Assopetroli Assoenergia con la collaborazione di Figisc Anisa Confcommercio.

I dati arrivano dal monitoraggio targato “Sia – Stacco Italia Accise” e non lasciano dubbi: se si confronta il costo dei carburanti alla pompa in Italia e nel resto dell’Unione Europea, noi paghiamo mediamente 26,13 centesimi di euro al litro in più – il differenziale per il gasolio è solo di 25,14 centesimi di euro al litro. Perché paghiamo di più? La causa è semplice – almeno secondo Assopetroli Assoenergia -, la differenza di prezzo dipenderebbe dai balzelli al 93% per la benzina e al 98% per il gasolio.

Detto con altre parole: Sui venti e passa centesimi di euro di differenza di prezzo tra l’Italia ed il resto d’Europa, solo 1,8 centesimi di euro derivano dai prezzi fissati dai distributori (foto by InfoPhoto).

LEGGI ANCHE
Aumento prezzo benzina: pressione fiscale uguale crollo dei consumi
Dove conviene fare benzina: un piccolo vademecum per l’automobilista
Caro carburanti 2014: sabato scatta l’aumento dell’accisa su benzina e gasolio

photo credit: winklers68 via photopin cc