Anche nel 2014 continua il calo nelle domande di finanziamento – siamo ad un calo del 23% tra marzo del 2013 e dodici mesi prima, mentre se ci si ferma agli ultimi sei mesi la riduzione è solo dell’8%. La novità rispetto al passato recente è rappresentata dal fatto che questo drastico calo è in piccola parte compensato dalla maggiore somma richiesta: 11.000 euro, ovvero mille in più del valore medio richiesto ad ottobre 2014. Un aumento dell’8% registrato dall’Osservatorio sul credito al consumo di Facile.it e Prestiti.it.

Questi dati derivano dall’analisi di un campione di circa 40.000 domande di prestito effettuate tra l’ottobre 2013 ed il marzo 2014. L’identikit medio di chi richiede un prestito è il seguente: in tre casi su quattro si tratta di un uomo di più di 40 anni che richiede 11.000 euro con uno stipendio di 1.600 euro. La durata del finanziamento è superiore ai 5 anni – ed in leggero aumento. Perché richiede un prestito? Il motivo più comune è la liquidità (22,7% dei casi), seguito dall’acquisto di auto usate (21,3%), la ristrutturazione della casa (14,5%), o il consolidamento di altri debiti già esistenti (14,1%).

Per quanto riguarda le differenze regionali, tre regioni mostrano un aumenti medio rilevante (1.500 euro) nelle richieste: sono la Basilicata, il Lazio e il Trentino Alto Adige. Più in generale c’è da rilevare che le richieste più cospicue si registrano al Sud: regione leader è la Sardegna con 12.000 euro, ultime Liguria ed Emilia Romagna con 9.500 euro. I lucani chiedono finanziamenti dalla durata media più lunga, mentre i trentini sono gli unici ad avere un’età media al momento della richiesta di finanziamento sotto i 40 anni.

photo credit: JD Hancock via photopin cc