Dalla Bankitalia arrivano brutte notizie: il tasso di crescita delle sofferenze bancarie è in crescita (se si prende il mese corrispettivo dell’anno precedente) del 24,6% a dicembre, contro il 22,7% di novembre. I prestiti al settore privato sono in diminuzione del 3,8% (era del -4,3% nel mese precedente).

A dicembre, se guardiamo alle famiglie i prestiti verso di loro sono diminuiti dell’1,2% nei confronti di un anno fa (era al -1,5% nel mese di novembre). Per i prestiti alle società non finanziarie siamo al -5,3% (-6% nel mese di novembre).

I depositi invece sono cresciuti rispetto a dicembre del 2,3% nei confronti di dicembre 2012 – a novembre eravamo al +6,1% -,  mentre per la raccolta obbligazionaria si registra un -8,3% (contro il -7,3 per cento a novembre).

A dicembre, i tassi di interesse sui mutui per l’acquisto di abitazioni sono stati in media dell’3,8% (3,86% a novembre). Sui crediti al consumo siamo in media all’8,69% (9,2% a novembre). I tassi d’interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie per importi sotto il milione di euro sono in media del 4,36% (4,38% a novembre), per gli importi sopra il milione siamo in media al 2,82% (2,76% a novembre).

photo credit: regan76 via photopin cc