Negli ultimi sei mesi c’è stata una crescita delle cifre medie richieste per i prestiti – siamo ad un + 14% che si va a sommare al +8% della precedente rilevazione semestrale. Attualmente la cifra media richiesta sfiora i 13.000 euro, contro i diecimila dell’ottobre 2013. A rilevare questa tendenza è stato l’Osservatorio sul credito al consumo di Prestiti.it e Facile.it

Secondo Lorenzo Bacca, responsabile della Business Unit Prestiti di Facile.it e Prestiti.it, anche “gli ultimi dati del Crif” rilevano “la prima crescita in due anni del numero di domande di prestiti (+7,6% a ottobre)”. E aggiunge che “la nostra analisi delle richieste rivela che chi, in questi mesi, ha avuto bisogno di un prestito ha cercato di ottenere cifre ben più alte che in passato, nonostante continui a diminuire il reddito medio con cui rimborsarle; si allungano, di conseguenza, i tempi di restituzione della somma“.

Lo studio dell’Osservatorio sul Consumo parte dall’analisi di circa 40.000 domande di prestiti online, o richiesti attraverso canali tradizionali, presentate tra il mese di aprile e quello di settembre dell’anno in corso. L’identikit del prestito medio indica che nel 74% dei casi si tratta di un uomo di 42 anni – sei mesi fa gli anni erano 41 – che cerca di ottenere 13.000 euro. Per farlo può contare su uno stipendio di 1.500 euro mensili – contro i 1.700 di un anno fa. Visto che lo stipendio si riduce cresce la durata media dei prestiti, che passa dai 63 mesi della precedente rilevazione ai 66 dello scorso settembre.

Perché si chiede un prestito? Nel 22,3% dei casi il motivo è l’ottenimento di liquidità, nel 19,9% i soldi servono per acquistare auto usate, un gradino sotto – il 15,4% dei casi – si piazzano le richieste di prestito per ristrutturazione di immobili, e l’acquisto dell’arredamento – passato dall’8 al 9,8% dei casi.

Da rilevare poi che diminuiscono le domande di prestito per consolidare i prestiti esistenti, passati dal 14,1 al 9,2%. Come rileva l’analisi dell’Osservatorio di questi due siti che permettono con pochi click di confrontare i prestiti online, la crescita degli importi medi richiesti si rileva in tutta la penisola – anche se ovviamente ci sono regioni con un tasso di crescita super come Calabria (+22%), Liguria (+21%) e Sicilia (+20,2%).

La richiesta media più alta a livello regionale è quella della Calabria – richiesta media 14.400 euro -, seguita dalla Sardegna – seconda a breve distanza con i suoi 14.300 euro. L’età media cresce in modo piuttosto uniforme e si registra che la durata media più alta richiesta è in Sardegna (70 mesi), mentre quella minima è in Molise (64 mensilità).

Foto: Isaac Torrontera