La crisi dell’Eurozona è una questione globale. Se crolla l’euro ne risentono tutte le borse del mondo, per questo è necessario che non solo la Grecia ma tutta l’Eurozona esca dal momento critico.Dopo il G20 che secondo Angela Merkel, nel prossimo appuntamento del 23 ottobre, non riuscirà a trovare una soluzione definitiva alla crisi economico-finanziaria, è nato un concorso davvero originale.

Un ex imprenditore inglese, tale Lord Wolfson of Aspley Guise, che come dice il titolo è stato elevato alla Camera dei Lord, ha deciso di finanziare un premio di economia. In palio ci sono ben 250 mila sterline.

Gli economisti che vorranno accettare la sfida dovranno trovare una soluzione per fare in modo che si gestisca l’uscita ordinata di un paese dell’UE dall’euro e si riorganizzi la zona euro. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 31 dicembre 2012.

A marzo, colui che sarà stato in grado di distaccarsi dalla logica della contingenza e guardare verso l’orizzonte del medio e lungo periodo, potrà portarsi a casa un bel gruzzoletto che a quanto pare, è secondo  soltanto al Premio Nobel.

L’augurio del Lord imprenditore, interrogato dai giornalisti è che l’euro non cada, ma se dovesse succedere, con il premio si potrebbe avere una soluzione “pronta”.