La nazionale di calcio impegnata agli Europei di Polonia e Ucraina potrebbe dare una mano alle popolazioni dell’Emilia colpite dal terremoto alla fine di maggio. Questa la notizia che rimbalza a pochi giorn dalle partita per i quarti di finale che gli azzurri giocheranno domenica 24 giugno contro l’Inghilterra. Ieri, infatti, è stato resto noto che non ci sarà nessuna trattativa con la Figc per eventuali premi in caso di passaggio alla semifinale a Euro2012.

Decisione della Federcalcio

I giocatori azzurri si rimetteranno alle decisioni della Federcalcio, rinunciando a qualsiasi tipo di trattativa. La scelta è stata presa dagli azzurri in Polonia: vista la situazione economica del paese non hanno ritenuto opportuno discutere, in questo momento storico, il premio per l’eventuale arrivo al primo, al secondo o al terzo posto. La squadra si è affidata ad Abete ed Albertini, lasciando a loro la libertà di decidere in autonomia.

E’ molto probabile, inoltre, che gli eventuali premi saranno devoluti in beneficenza ai terremotati dell’Emilia. Un’ipotesi che era già stata valutata a Parma, quando, lo scorso 29 maggio, saltò l’amichevole con il Lussemburgo proprio in seguito alle forti scosse che si verificarono nelle ore precedenti alla partita.