Wall Street si prepara a quello che si configura come un rimbalzo tecnico dopo la chiusura in rosso di ieri, nonostante le cattive notizie sulla Spagna, che in realtà hanno toccato in negativo soltanto il mercato di Madrid. A circa tre ore dall’apertura del listino newyorkese, il future sull’indice Dow Jones segna un +0,33%, quello sul Nasdaq un +0,49% e quello sull’S&P500 un +0,36%.

Gli spread si sono leggermente ridotti, con il differenziale tra Btp italiani e bund decennali tedeschi tornato sotto quota 362 punti base.
Tra i dati macro Usa di oggi figurano quelli sul mercato del lavoro, in particolare sulle richieste di sussidi di disoccupazione al 6 ottobre. In arrivo alle 17 italiane anche i dati sulle scorte di greggio al 5 ottobre. 
Nel corso della seduta di ieri la Fed ha presentato il Beige Book, il report con la copertina beige relativo lo stato di salute della prima economia. Secondo le indicazioni contenute nel resoconto preparato dalla Banca centrale tra fine agosto e fine settembre l’economia statunitense è cresciuta ad un ritmo “modesto”. In particolare, in 10 dei 12 Distretti è stata registrata una crescita modesta (9 nel report precedente) e nei Distretti di New York e Kansas City è stato rilevato un rallentamento.
Sul fronte societario, giornata tranquilla dal punto di vista dei conti trimestrali. L’attesa è per venerdì, quando saranno rese note le cifre del trimestre di Wells Fargo e Jp Morgan. La stagione appena partita non presenta ancora connotati tali da permettere di fornire previsioni sull’andamento dei risultati nel futuro.
Ieri a Wall Street la prima a presentare i conti, Alcoa, ha riportato un -4,6% ancora penalizzata dalle stime sull’andamento della domanda di alluminio nei prossimi mesi. 
Oggi settore tecnologico nuovamente in luce, dopo che la società di ricerca Gartner ha rilevato che le vendite globali di pc hanno raggiunto quota 87,5 milioni di unità nel corso del terzo trimestre, registrando una flessione dell’8,3% rispetto all’analogo periodo nel 2011. “Il terzo trimestre può essere considerato un trimestre di transizione – spiega Mikako Kitagawa, analista di Gartner – con il mercato che si prepara al lancio di Windows 8″. Per la prima volta nella sua storia Lenovo conquista la leadership con una quota di mercato del 15,7%, mentre gli americani di Hp sono al secondo posto con una market share del 15,5%. In terza posizione Dell (10,5%).