Nuovi finanziamenti per Pompei, sono pronti ad essere assegnati per ridare splendore ad uno dei siti archeologico più importanti al mondo. I fondi provengono dall’Europa e il totale ammonta a 105 milioni di euro, tutti destinati al ripristino, recupero e restauro dell’antica città dell’impero romano.

Fino ad oggi del totale stanziato, sono stati spesi 1.548.530 euro. Altri 24 milioni circa sono utilizzati per proseguire progetti in corso, ed ulteriori 25 milioni saranno spesi per gare di prossima assegnazione. Quindi a conti fatti, l’Italia ha la possibilità di poter gestire nuovi finanziamenti, un vero fiume di milioni di euro per rinvigorire il sito di Pompei. Ma ad oggi solo una piccola parte è stata impiegata.

Le cause della lentezza dell’erogazione dei finanziamenti per il recupero di Pompei, è nuovamente da imputare alla mala gestione del Belpaese; in quanto in assenza di gare internazionali per l’assegnazione dei lotti di lavoro, l’Europa non “apre i rubinetti“. E l’assegnazione deve avvenire entro la fine del 2015. Bisogna quindi tagliare i tempi e bypassare tutte le lentezza del legislatore italiano.

Tanto che per l’assegnazione dei prossimi appalti, individuati nei lotti I, II, e III Regiones, verranno realizzati solo i progetti preliminari, e sarà la stessa assegnataria dei lavori a sviluppare i progetti esecutivi.

photo credit: Stuck in Customs via photopin cc

Raffaele Romeo Arena su TwitterGooglePlus e Facebook