Il costo delle polizze assicurative per auto e moto ha subito negli ultimi anni dei rincari considerevoli che sono arrivati all’attenzione del Garante per la Concorrenza.In una recente audizione alla Commissione Industria del Senato il Garante per la Concorrenza, Antonio Catricalà ha fatto un quadro del mondo delle assicurazioni che vede le polizze aumentate mediamente del 25 per cento per le auto e del 35 per cento per le moto.

Per Antonio Catricalà la questione è semplice: l’indennizzo diretto non ha funzionato. I consumatori, in più, non hanno dimostrato molta mobilità e non c’è stata la fuga verso le compagnie più competitive.

Al contrario a fare la voce grossa in questo sistema sono le Assicurazioni che riescono a fare sconti e contratti equi soltanto ad automobilisti selezionati. Il Garante, infine, ribadisce la distanza che c’è tra le diverse aree geografiche del paese.

Tra Nord e Sud Italia persiste una enorme differenza anche nei rincari e le prezzo della polizza. L’esempio più lampante nasce dal confronto tra Napoli e Milano.

A parità di sinistri e compagnie assicurative, nella Capitale partenopea l’RC è doppia rispetto a Milano. I rincari, molto genericamente, sfiorano il 25 per cento per auto e il 35 per cento per le moto.