L’andamento migliore delle attese del Pil nel secondo trimestre dell’anno ha permesso alle borse statunitensi di chiedere oggi in territorio positivo, anche se gli investitori continuano a non volere prendere posizioni forti in attesa del discorso che il presidente della Fed Bernanke terrà venerdì a Jackson Hole. Anche il Beige Book della Fed non ha dato particolari indicazioni sulle prospettive di politica monetaria. Lo S&P500 ed il Nasdaq hanno chiuso con un rialzo dello 0,1% mentre il Dow Jones Industrial ha chiuso invariato.

Alta l’attesa per il discorso di Bernanke

La seconda stima sul Pil nel secondo trimestre dell’anno ha registrato una revisione al rialzo dall’1,5% all’1,7% grazie all’andamento migliore delle attese di spese personali e domanda estera netta mentre il contributo delle scorte è stato rivisto a negativo. Il Beige Book della Fed, rapporto in preparazione dell’incontro di politica monetaria di metà settembre, ha evidenziato un leggero miglioramento della crescita nelle ultime settimane, ma ha evidenziato come questo fatichi a tradursi in nuovi posti di lavoro. Restano, quindi, alte le attese per quello che Bernanke dirà venerdì sulle prospettive di politica monetaria.

A livello aziendale si è messa in luce WellPoint, avanzata del 7,7% dopo che Angela Braly si è dimessa da presidente ed amministratore delegato della società assicurativa. Yelp è salita del 22% grazie alle attese sulla crescita della società dopo la scadenza del divieto di vendita di azioni per gli investitori interni. La società era stata quotata sul mercato lo scorso 1 marzo.