(Finanza.com) Il buon esito del voto greco non è bastato ad arginare l’effetto sui mercati finanziari di una nuova impennata dei rendimenti sui titoli di Stato spagnoli, saliti al record storico sopra il 7%. Dopo un avvio di seduta positivo i listini hanno così ritracciato con decisione. Il Ftse Mib italiano ha ceduto il 2,85%, riuscendo comunque a chiudere al di sopra di quota 13.000 a 13.009 punti, mentre il Ftse All Share ha mostrato una flessione del 2,75% a 13.956 punti. Piazza Affari ha registrato la peggiore performance tra le Borse del Vecchio continente, persino peggiore di Madrid, a causa dell’effetto dividendi, che oggi ha pesato sull’indice Ftse Mib per l’1,2 per cento. Hanno infatti staccato la cedola alcuni “pesi massimi” come Intesa Sanpaolo, Terna ed Enel.