(Finanza.com) +0,8% per il derivato con consegna settembre sul greggio statunitense, il Wti, che scambia a 94,44 dollari il barile. Si tratta del livello massimo da quasi tre mesi. La spinta rialzista arriva dal consueto aggiornamento settimanale sull’andamento delle scorte negli Stati Uniti, scese la scorsa settimana di 3,73 milioni a 369,86 milioni di barili. Gli analisti avevano previsto una discesa decisamente più contenuta (-0,3 milioni). Segno meno anche per gli stoccaggi nel terminal di Cushing, calati di 0,8 milioni a 44,3, per gli stock di benzina (-1,8 mln) e per quelli di carburante distillato (-0,7 mln).