(Finanza.com) Pesante segno meno per le quotazioni del greggio. Le indicazioni negative arrivate la scorsa settimana dagli Stati Uniti penalizzano le quotazioni del petrolio: il Wti con consegna luglio al Nymex segna un -1,7% a 81,8 dollari il barile mentre il riferimento europeo, il Brent, all’ICE quota in calo del 2,2% a 96,27 dollari. Sia il Wti che il Brent nelle ultime 5 sedute sono scesi del 10% e per entrambi i benchmark si tratta del livello minimo dall’ottobre 2011.