(Finanza.com) La scorsa settimana le scorte statunitensi di petrolio si sono confermate ai massimi dal 1990 mettendo a segno un incremento di 883 mila barili a 382,5 milioni. Gli analisti avevano previsto un rialzo di 1 milione di barili. Nuovo record storico per gli stock nel terminal di Cushing, saliti di 1,67 milioni a 46,8 milioni. Segno meno invece per le scorte di distillati (-309 mila) e per quelle di benzina (-3,3 milioni). Le quotazioni del Wti, scese nel pomeriggio al livello minimo da oltre sei mesi a 90,2 dollari, in questo momento si attestano a 90,6 dollari il barile, quasi un punto e mezzo percentuale in meno rispetto a ieri.