(Finanza.com) La scorsa settimana le scorte di petrolio statunitensi hanno registrato un calo di 191 mila unità a 384,4 milioni di barili. Gli analisti avevano previsto un declino decisamente più consistente (-1,4 milioni). Segno meno anche per il dato relativo il terminal di Cushing, sceso di 380 mila a 47,4 milioni. Scendono anche le scorte di benzine (-1,72 milioni) e quelle di carburante distillato (-63 mila). I dati, diffusi dall´EIA (Energy Information Administration), l’Agenzia del Dipartimento dell’Energia statunitense che si occupa di statistiche, hanno riportato gli acquisti sul Wti che in questo momento quota in rialzo di mezzo punto percentuale a 83,75 dollari il barile.