(Finanza.com) Il recupero del partito conservatore greco Nea Democratia sostiene la propensione al rischio. A tre settimane dal nuovo appuntamento elettorale, i sondaggi pubblicati ieri hanno registrato una crescita delle preferenze per Nea Democratia, la formazione favorevole all’applicazione del piano di austerity concordato con la troika (Ue, Bce e Fmi). La notizia sta spingendo al rialzo i listini azionari europei e le quotazioni delle materie prime.

All’ICE il future con consegna luglio sul Brent con un rialzo di oltre 1 punto percentuale quota sopra i 108 dollari il barile mentre al Nymex il derivato sul Wti segna un +1,2% a 91,9 dollari il barile. Il primo si trova nei pressi di una resistenza fissata a 108,11 dollari mentre per il greggio made in Usa attenzione in quota 92,26 dollari.