(Finanza.com) Prese di beneficio per il greggio. Dopo il rally messo a segno venerdì, quando le quotazioni del Wti e del Brent hanno registrato un rialzo del 4,9 e del 2,87 per cento, in questo momento i due benchmark arretrano rispettivamente dello 0,35 e dello 0,58% a 91,1 ed a 108,3 dollari il barile. Il riferimento statunitense sta inoltre pagando pegno all’indebolimento della tempesta tropicale Ernesto la cui velocità, secondo i dati della statunitense National Hurricane Center, è scesa da 60 a 50 miglia orarie. Secondo i dati diffusi dalla Commodity Futures Trading Commission nella settimana al 31 luglio i money managers hanno ridotto le sommesse rialziste sul Wti di 4.300 unità a 119.900 contratti.