Quanto costano le pensioni Inps dei dipendenti pubblici che hanno lasciato il lavoro per raggiunti limiti di età? Secondo l’Osservatorio dell’Inps le erogazioni a questo fine ammontano a 65 miliardi di euro l’anno “in aumento dello 0,75% rispetto all’anno precedente“. A questa uscita corrispondono 2.818.300 pensioni – anche per questa voce si registra una crescita (in questo caso dello 0,16% in rapporto al 1 gennaio dell’anno passato.

Se dal dato complessivo delle pensioni Inps erogate si passa ad esaminare i dati relativi alle singole Casse, si può rilevare che il maggior numero di pensioni – 1.677.746 -, risulta a carico della Cassa Trattamenti Pensionistici dipendenti Statali (CTPS), mentre 1.054.013 pensioni risultano erogate dalla Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali (CPDEL). Il maggior di numero di statali determina – ovviamente – anche un maggiore esborso finanziario: siamo a 40,8 miliardi di euro – il 63% del totale pagato, contro i 21,1 miliardi di euro della spesa pensionistica per gli ex-dipendenti degli enti locali – 31% della spesa pensionistica per gli ex-dipendenti pubblici.

Il 6% restante – si tratta di quasi 4 miliardi di euro – è da suddividere tra Cassa Pensioni Sanitari (CPS), Cassa Pensioni Insegnanti (CPI) e Cassa Pensioni Ufficiali Giudiziari (CPUG). L’importo medio delle pensioni Inps erogate agli ex-statali è di 1.772,9 euro. Ci sono da registrare forti differenze tra gli uomini, che percepiscono in media 2.175,1 euro, e le donne, che guadagnano invece solo 1.486 euro. Le donne sono in netta maggioranza – rappresentano il 58,4% del totale dei pensionati -, ma in media guadagnano una pensione molto più misera – siamo al 68,3% di quella dei maschi.

Se si guarda al peso degli assegni per categoria, si può rilevare come l’importo medio del settore sanitario – supera i 4.100 euro – sia paria a tre volte quanto ricevono in media gli insegnanti in pensione. Se si guarda al 2014, bisogna rilevare che il numero delle pensioni pubbliche è cresciuto di oltre centomila unità – esattamente 100.806. L’importo medio mensile delle pensioni liquidate nel 2014 ammonta a 1.872,8 euro, per un incremento del 6% nei confronti dell’importo medio riferito a tutte le pensioni.