Più di 90mila euro al mese, lordi. E’ l’ammontare della pensione più alta attualmente pagata dall’Inps, all’ex manager di Telecom Mauro Sentinelli. Poco più di tremila euro al giorno.

Al di là dei meriti professionali individuali, è un esempio eclatante di “pensioni d’oro“. Lo ha illustrato il sottosegretario al Welfare, Carlo Dell’Aringa, (foto by InfoPhoto) rispondendo il 7 agosto ad un’interrogazione alla Camera. Il secondo in questa classifica guadagna circa 66mila euro mensili, ma il suo nome non è stato reso noto. Segue Mauro Gambaro, ex direttore generale di Interbanca e Inter Football Club, poco oltre 51mila euro. Poi troviamo Alberto De Petris, precedente manager di Infostrada e Telecom, anch’egli intorno ai 51mila euro. Su una cifra simile si trova Germano Fanelli, fondatore della Octotelematics. Nella fascia da 41 a 47mila euro troviamo nomi quali Vito Gamberale, Alberto Giordano e Federico Imbert.

Deborah Bergamini, la deputata Pdl che ha presentato l’interrogazione, ha dichiarato: “Questi numeri dimostrano tutta la portata distorsiva di quel criterio retributivo dal quale ci stiamo fortunatamente allontanando grazie alle riforme pensionistiche degli ultimi anni. E’ evidente che il tema coinvolge una questione di equità e di coesione sociale non più trascurabile dalle istituzioni“.