“L’Italia non solo ce la può fare ma ce la può fare alla grande e meglio di altri”. Intervenuto a sorpresa ieri al Salone del Mobile di Milano, il ministro dello Sviluppo Corrado Passera si è lasciato ad andare ad una nota di ottimismo sulle prospettive dell’economia italiana. Parlando delle misure che il Governo sta per approntare, Passera ha sottolineato come “tra infrastrutture, lavori, investimenti a favore delle aziende che investono, recupero dello scaduto”, la cifra è di oltre 100 miliardi di interventi.

Focus sul taglio dei costi

Passera ha ribadito l’impegno del Governo nell’azione di riduzione dei costi inutili attraverso la cosiddetta spending review, anche se questa incontra qualche prevedibile resistenza. Il ministro ha osservato che “molte idee stanno venendo fuori: è chiaro che ci sono resistenze, bisogna dire dei no, bisogna dire dei non più”. “I cittadini chiedono cose concrete molto forti che compensino i sacrifici che bisogna tutti insieme fare per portare il Paese al di là del guado”, ha concluso Passera.

Infine, interpellato sulle difficoltà delle aziende che lamentano problemi nell’accesso ai capitali e sullo spinoso problema dei ritardi nei pagamenti dei debiti della Pubblica amministrazione, Passera ha rassicurato: “Credo che ci sia la disponibilità e l’impegno da parte del Governo a creare i presupposti per il ripagamento dello scaduto, che sono la certificazione dei debiti e la garanzia di questi crediti”.