L’economia ha subito una battuta d’arresto, gli italiani che non hanno problemi ad arrivare alla fine del mese ed anzi, si possono concedere qualche lusso, andranno in vacanza ma sceglieranno soluzioni low cost.

Per gli italiani sarà una Pasqua strana questa del 2012, perché sarà all’insegna del risparmio. Le vacanze che potranno concedersi i cittadini saranno brevi e low cost come si dice nel gergo turistico.

Andranno per la maggiore i viaggi negli agriturismi e i pacchetti scontati in zone esotiche come il Mar Rosso. La diminuzione dei volumi di fatturato delle aziende che si occupano di turismo, sarà dovuta sicuramente ad un calo delle vacanze degli italiani, pari al 5 per cento circa, ma sarà anche legata ad una diminuzione degli arrivi (-6-8%).

Il direttore di Federviaggio, raggiunto dai microfoni del Sole 24 Ore, spiega che il 2012 è iniziato in modo negativo e il primo grande “ponte dell’anno” ne subirà le conseguenze. Gli analisti sperano che si tratti comunque di una contrazione contenuta, incapace di scoraggiare i potenziali viaggiatori.

Una diminuzione importante sarà registrata nel comparto delle crociere che fanno registrare un -20 per cento. Il budget medio potrebbe diventare pari a 300 euro. Anche il numero dei giorni trascorsi fuori casa sarà di 2-3 notti, che diventeranno 3-4 se si va nelle capitali europee.