(Finanza.com) Parmalat svetta a Piazza Affari, nonostante la lente della Procura e l’ipotesi di delisting. Stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore, i magistrati di Parma avrebbero aperto un’inchiesta sull’acquisizione di Lag da parte della società di Collecchio per un sospetto conflitto d’interessi di Lactalis, azionista di maggioranza di entrambe le aziende. Se fosse confermata, aggiunge il quotidiano di Confindustria, la società dovrebbe fare i conti oltre che con l’indagine anche con le persistenti richieste di chiarimento da parte della Consob, le lamentele da parte di investitori istituzionale e con le critiche di alcuni esponenti del Governo. Questa situazione, spiega Il Sole, potrebbe portare i Besnier a delistare il titolo da Piazza Affari attraverso un riacquisto del 17% del flottante. L’esborso, contando il premio per il mercato e dei possessori di warrant, supererebbe i 600 milioni di euro ma “consentirebbe a Lactalis di gestire liberamente la rimanente cassa di Parmalat e non impatterebbe sostanzialmente sul rischio credito del gruppo francese”, aggiunge Equita nella nota odierna. “L’ipotesi ci sembra quindi plausibile anche se non necessariamente di attualità”, concludono gli analisti, che confermano la raccomandazione buy basata sui fondamentali, con prezzo obiettivo a 1,94 euro. Il titolo sul Ftse Mib avanza del 3,87% a quota 1,745.