La crisi c’è ma non per tutti, nel 2012 la ricchezza finanziaria è tornata a crescere – di un bel 10%. Alla fine dell’anno passato siamo arrivati ai 46.200 miliardi di dollari – contro ai 42.000 miliardi dell’anno precedente. E’ aumentato il numero di chi può dire che ha almeno un milione di dollari – nel 2011 erano 11 milioni, sono diventati dodici per una crescita del 9,2%. Sono concentrati soprattutto nell’America del Nord (3,73 milioni), ma i loro omologhi asiatici li seguono di un’incollatura (3,68 milioni) per valori aggregati di 12.700 miliardi contro 12.000.

In Italia i milionari in dollari sono 176.000 contro i 168.000 del 2011 (+4,5%). Tra i motori della ricchezza finanziaria italiana ci sono la crescita della Borsa – l’indice MSCI è aumentato in Italia dell’8,6% per il 2012, contro il -25,8% dell’anno precedente. c’è da rilevare poi che il rapporto tra risparmio e Pil è passato dal 19,2% del 2011 al 20,3% del 2012.
Nel futuro i ricchi asiatici sono destinati a sopravanzare quelli americani, visto che detengono il più elevato tasso di crescita della ricchezza con un 12,2%, contro l’11,7% del Nordamerica, l’8,2% dell’Europa e il 6,7% del sud America.

photo credit: Jacques Delarue via photopin cc