Avete letto bene. Nell’estate 2013, l’estate della crisi, la grande distribuzione e non solo lancia una nuova moda: il panettone sotto l’ombrellone.

Inizialmente pensavo fosse solo una simpatica iniziativa di un piccolo supermercato di provincia; ma sbirciando tra i vari dépliant con le classiche offerte della settimane, scopro che il caso non è isolato.

Il panettone, per lo più abbinato con una vaschetta di gelato, viene proposto come dolce da consumare sotto l’ombrellone, tra una partita di beach volley  e un bagno rinfrescante; oppure dopo una fetta di anguria, un’ottima fetta di panettone farcita con del gelato.

Ma dietro quella che pare una simpatica iniziativa e una variante ai soliti canoni della tavola italiana, si cela l’ombra della crisi. Infatti, panettoni e in molti casi anche pandori, che vengono proposti come “moda” ed iniziativa dell’estate 2013, non sono altro che prodotti rimasti invenduti nei magazzini di aziende e supermercati.

Vista la data di scadenza, (da consumarsi preferibilmente entro il 25 Dicembre 2013), il prodotto può essere tranquillamente consumato durante i mesi che precedono il Dicembre 2013.

Personalmente mi sono fatto conquistare da questa novità, e il risultato è da veri golosi!

Ora mi domando: ma per il week end di “Tutti i Santi” ci verrà proposta la colomba alla crema di castagne?