Il Consiglio europeo ha dato il via libera ad una direttiva sui sistemi di pagamento elettronici che dovrà esser recepita dagli stati Ue entro 2 anni. Ne scriviamo su questo blog perché oltre a rendere più sicure le transazioni e tagliare i costi vuole rendere più semplici gli acquisti online anche senza carta di credito o debito. In pratica si tratta di favorire la creazione di nuovi operatori che – sul modello di Paypal – avranno accesso ai dati bancari dei clienti in modo da poter effettuare pagamenti online per conto loro.

I fornitori dei servizi di pagamento dovranno avere un’autorizzazione all’addebito sul c/c del cliente e la sicurezza che i fondi per l’acquisto siano presenti sul conto, e d’altra parte saranno tenuti a garantire l’autenticazione sicura degli utenti e ridurre il rischio di frode. il passaggio al parlamento europeo – avvenuto lo scorso ottobre – ha permesso di inserire inserire maggiori tutele nei confronti dei consumatori, come la ricezione di informazioni sulle transazioni e il diritto a un rimborso incondizionato in caso di frodi e pagamenti non autorizzati.

Tra gli altri punti della direttiva da ricordare c’è il divieto di applicazione di costi extra per operazioni fatte con carte di credito o debito – per esempio per i pagamenti di biglietti aerei e alberghi -, e la riduzione della penalità a carico del titolare per un uso fraudolento della carta – provocata ad dal suo smarrimento – da 150 a 50 euro.