Il Canone Rai costa anche quest’anno 113,50 euro, come per il 2013, ed è pagabile in un unico versamento o a rate.
Questo però se versato entro il 31 gennaio.
I contribuenti in possesso di un apparecchio televisivo che non hanno ancora pagato il Canone Rai dovranno invece corrispondere l’importo originale della tassa aumentato delle sanzioni e degli interessi correlati al ritardo.

Per ritardi inferiori ai 30 giorni, scatta una sanzione amministrativa pari a 1/12 dell’importo del Canone semestrale, vale a dire 4,47 euro.
Per ritardi superiori ad un mese, la sanzione arriva a 1/6 dell’importo semestrale del Canone, pari a 8,94 euro, mentre per ritardi superiori a 6 mesi, infine, alla sanzione vanno aggiunti gli interessi di mora, determinati nella misura dell’1% per ogni semestre decorso.

Per rinnovare l’abbonamento Tv oltre le scadenze fissate per legge occorre pagare il Canone Rai 2014 tramite un bollettino di c/c 1107 intestato a Ag.Entrate Dp. I Uff. Terr. To 1 Sat – Recupero Canoni Abbonamento Tv.
Le sanzioni e gli interessi di mora dovuti vanno versati sul c/c 104109 intestato a Ag.Entrate Dp. I Uff. Terr. To 1 Sat – Sanzioni Amministrative Interessi e Spese.

In caso di mancato rinnovo dell’abbonamento entro i termini stabiliti, il SAT azionerà il recupero bonario, fallito il quale (cartella esattoriale) avvierà il recupero coattivo a mezzo concessionario della riscossione.

photo credit: *FataNera* via photopin cc