I proprietari di autovetture che per tutto il 2017 vorranno pagare il bollo auto servendosi di carte di credito o bancomat come mezzi di pagamento potranno farlo fino alla fine di quest’anno. Il Tribunale amministrativo del Lazio ha infatti sospeso la sanzione del Garante della concorrenza e dei consumatori (ossia l’Antitrust) che era stata generata in seguito alla segnalazione di prezzi superiori applicati al totale da pagare per il bollo auto qualora il pagamento venisse eseguito con carte di credito o bancomat.

Secondo l’Aci, che si dice fiduciosa anche per quello che potrebbe essere l’esito della pronuncia definitiva che arriverà a fine 2017, il costo superiore del bollo auto, in caso di pagamento con carte di credito o bancomat, sarebbe giustificato unicamente dai costi vivi dei servizi bancari. Gli stessi che applicherebbero le Amministrazioni pubbliche che offrono ai cittadini servizi di pagamenti online e gli stessi che deve applicare l’Aci, che nella riscossione delle somme pagate per il bollo auto ha un ruolo di Ente pubblico mero riscossore da parte delle Regioni.

A tal proposito dunque, coloro che vorranno pagare il bollo auto servendosi del servizio Bollonet (pagamento online), potranno richiedere l’addebito su carta di credito pagando un surplus pari all’1,2 per cento dell’imposta. Il pagamento allo sportello dell’Aci, con carta bancomat, richiede invece un surplus di venti centesimi. Il bollo auto si può pagare altresì presso gli uffici postali (costo 1,5 euro) oppure presso agenzie di pratiche auto e tabacchi (costo 1,87 euro).