E’ una di quelle notizie che sono finite sui giornali e in rete. Il messaggio che sta passando è che già ora non pagare l’Iva non sarà più reato. In realtà la modifica dell’articoli 10-bis e 10-ter del D.lgs. 74/2000 arriverà a breve ma non è stata ancora effettuata.

Quindi tra breve l’omesso versamento dell’Iva per cifre superiore ai 50.000 euro non porterà all’avvio immediato di un’inchiesta penale. La scelta deriverebbe dal fatto che negli ultimi anni i procedimenti penali per l’omesso versamento dell’Imposta sul valore aggiunto hanno intasato i tribunali contribuendo ad appesantire i cronici ritardi della giustizia italiana.

Spesso poi chi omette il pagamento non è un evasore, ma solo un imprenditore che non ha la liquidità necessaria, ma vuole mantenere la continuità d’impresa e per questo omette il versamento. Su questo tema è intervenuto recentemente il sottosegretario dell’Economia Enrico Zanetti, affermando che la questione verrà affrontata con la legge delega 23/2014, e che si prevede di ridurre le sanzioni per le fattispecie meno gravi e di applicare sanzioni amministrative al posto di quelle penali.

Un’ultima cosa: la depenalizzazione riguarderà solo l’omesso versamento dell’Iva, mentre secondo l’esponente del governo Renzi non è in previsione nulla per quanto riguarda l’omesso versamento delle ritenute.

photo credit: Shutterstock